Straziami, ma di libri saziami

Straziami, ma di libri saziami

Da ragazzina avevo un’amica, che chiamerò F. Abitavamo vicine, dividevamo il banco a scuola e passavamo interi pomeriggi a casa dell’una o dell’altra, immerse in conversazioni fitte fitte che sembravano non avere mai fine. F. era (ed è) l’opposto di me: alta, magra,...

Pin It on Pinterest